Robert Seidel

Disponibile/available in: Inglese

Robert Seidel comincia a studiare biologia alla Friedrich Schiller University a Jena e consegue il diploma in media design alla Bauhaus University (Weimar, Germania). I suoi video sono stati proiettati in contesti come ZKM (Karlsruhe, Germany, “Art_Clips .ch.at.de”), Wilhelm-Hack Museum (Ludwigshafen, Germany, “Abstract Art Now – Floating Forms”) e il Royal Museum of Fine Arts (Antwerp, Belgio, “GORGE(L) – Opression and Relief in Art”), in oltre 250 festival (Prix Ars Electronica, onedotzero, DOTMOV, IFF Rotterdam, EMAF) e programmi TV in tutto il mondo. I suoi lavori hanno ricevuto numerosi premi quali Honorary Award of KunstFilmBiennale (Cologne, Germany) e il premio per miglior Film sperimentale all’ International Animation Festival. (Ottawa, Canada).

Nei suoi film Seidel si interroga sul confine tra bellezza organica e percezione emozionale attraverso l’utilizzo di tecnologia scientifica e visuale. La sua opera tende a stratificare elementi spaziali e temporali creando strutture complesse che lentamente si dipanano agli occhi degli spettatori. Questa elaborazione dalle molteplici sfaccettature costituisce lo scheletro narrativo dell’opera, la quale risuona nella memoria del fruitori che finscono col fondersi con il prodotto artistico.

Recentemente ha trasformato un museo di storia naturale, il Phyletic Museum a Jena, in “una creatura vivente”, combinando una proiezione su una intera facciata dell’edificio con una coreografia di luci sincronizzata e una colonna sonora . Inoltre ha creato una scultura virtuale gigantesca (100x125x80 metri) per il Centro di Arter Nabi a Seoul in Corea del Sud. Oltre ad essere artista e regista, è anche curatore e giornalista: lavora con Universal Everything, Goethe Institute, Channel Five, Atlantic Records, IdN, Mutabor, Sleek, ARTE/ZDF, Digital Production and Addison-Wesley. Grazie al suo video musicale Zero 7 è stato segnalato da una commissione canadese come uno tra i “30 registi da tenere d’occhio” per la produzione commerciale di magazine.
Per promuovere le tecniche di motion graphics Seidel ha girato il video sperimentale “Dreaming with Open Eyes” diffuso in Giappone, Corea del Sud, Germania, Taiwan e Brasile.

Website: www.robertseidel.com
Press: Los Angeles Times



2014-06-08 21.29.40 copia
Calembour – Youth Section
johngrant-7-copia-976x600
Edizione 2011
no_hay_banda
No hay banda
vorticididanza
Rajan Craveri