Come Partecipare

Progetti pubblici nel Bosco

L’invito ai partecipanti è di realizzare un intervento stabile, che potrebbe rimanere per sempre nel bosco.
 Le opere prodotte potranno essere elementi scultorei e far parte di installazioni complesse. Il termine pubblico riferito al progetto non intende porre l’attenzione su oggetti di grandi dimensioni. La nuova opera farà parte di un’installazione già esistente che in questo caso è il complesso costituito dall’intero bosco e la storia di Capodimonte.

Oltre all’ambiente materiale, fissato nella pietra e nel ferro, in qualcosa di duro e solido, esiste anche un particolare ambiente aereo una rete spirituale, atmosferica che si concentra in un determinato luogo, che comprende il cielo soprana la testa, altera sotto i piedi, le pietre dei muri, l’erba che vi cresce attorno. Comprende non solo ciò che guardiamo, ma anche ciò che non guardiamo e prima di tutto gli intervalli, i vuoti, lo spazio tra gli oggetti: l’importante dei vuoti non è inferiore a quelle degli oggetti tra i quali si formano questi vuoti, essi ci parlano, e significano quanto gli oggetti stessi. Il progetto l’arte pubblica deve collegarsi in modo assolutamente naturale a tutte queste circostanze e partecipare con tutte le sue componenti all’insieme presistente. Ilya Kabakov in Public Projects or the spirit of the place

Le installazioni rappresentano un’ibridazione della scultura tradizionale con le altre arti quali architettura, teatro, performance e cinema. Il termine complesso si riferisce alla relazione di tipo dialettico con lo spazio perché esse possono cambiare ad ogni allestimento. Barbara Ferriani, Monumenti Effimeri. Storia e conservazione delle installazioni, 2009, Electa Milano.

 

Criteri di valutazione e partecipazione

Data avvio: 28 luglio 2018

Data termine: 20 settembre 2018

Data esiti: 30 settembre 2018

 

Periodo di residenza e contributo
Dagli 8 ai 10 giorni nel mese di ottobre, 2018

Il premio prevede la copertura delle spese di viaggio e alloggio, la produzione dell’opera, l’allestimento e la partecipazione alla mostra che verrà realizzata in occasione dell’ottava edizione del festival a Milano.

 

Come partecipare
Ai candidati viene richiesto di inviare:

  • il concept del progetto
  • la scheda tecnica contenente un’immagine (disegno o rendering) dell’opera da realizzare. Nel caso si trattasse di un’installazione o di un’installazione complessa dovranno essere presentate due schede (S1 e S2). La scheda 1 sarà inerente alla componente in ceramica, la scheda 2 all’installazione nella sua interezza.

La scheda 1 dovrà contenere le dimensioni.
Per le opere in porcellana le dimensioni utili massime del forno sono: altezza cm 40, profondità cm 35, larghezza cm 30. Per le opere in terracotta/terraglia: altezza cm 80, profondità cm 75, larghezza cm 50.

NB: la consegna del modello dovrà essere a cura dei partecipanti. Nel caso di oggetti da realizzare in porcellana è importante tener conto del ritiro in cottura dovuto alla parziale vetrificazione del materiale, pertanto il modello dovrà essere maggiorato nelle dimensioni del 13% – 15% per rispettare le misure reali del cotto.

Il materiale inviato alla mail opencall2018@videosoundart.com non dovrà superare i 5 MB.