Short Master 2018

di Video Sound Art pressso Istituto Numen

VIDEO MAPPING Docente: Fabio Volpi
Febbraio – Aprile 2018

“Il video mapping è una nuova declinazione della videoarte in cui le immagini sono concepite per essere proiettate su edifici, elementi scultorei artificiali o presenze naturali del paesaggio. In questo modo si modifica la percezione “naturale” delle forme tridimensionali, attraverso la sovrapposizione di una “pellicola” di luce, che, nell’oscurità dell’evento notturno, realizza la sensazione di una nuova realtà fluida, che va a sostituirsi all’elemento solido esistente”.(F.Volpi-R.Crisafi “I nuovi paesaggi del video mapping 3d”)
Con questa tecnica di proiezione i volti degli edifici si animano e si trasformano per creare spettacoli di grande impatto pubblico, nel corso dei quali l’architettura
diventa protagonista e palcoscenico di mutazioni audiovisive spettacolari.

L’obiettivo di questo corso è di preparare professionisti in grado di gestire in completa autonomia lo strumento espressivo sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista della preparazione contenuti creativi che quali devono adattarsi agli ambienti preposti all’esibizione – spazi urbani, installazioni museali, arene per l’intrattenimento o piccoli spazi commerciali. Agli argomenti di tipo teorico e tecnico, verrà affiancata un’intensa attività di laboratorio, dove gli studenti saranno accompagnati nella realizzazione completa di un progetto di projection mapping architetturale che si svolgerà sugli edifici della scuola.

Per maggiori informazioni cliccare qui.

PROGRAMMARE UN’INSTALLAZIONE INTERATTIVA
Ecosistema virtuale generativo Docente: Matteo Riva
Febbraio – Aprile 2018

Il corso è finalizzato alla realizzazione di un’installazione interattiva collaborativa, partendo dalla creazione e analisi di un concept attraverso tutte la fasi di progettazione necessarie. Una fase introduttiva sarà destinata a presentare un quadro attuale degli strumenti e dei linguaggi utilizzati nell’arte digitale generativa e interattiva, in particolare modo gli strumenti software open-source o freeware, disponibili attualmente, e una panoramica delle possibilità hardware per interfacciarsi con al realtà fisica e creare interfacce naturali (NUI).

Obiettivo principale del corso è raggiungere una buona conoscenza di uno o più ambienti di sviluppo (Processing, openFramewroks, Unity, etc..) per ottenere una sufficiente autonomia di progettazione. L’apprendimento dell’ambiente e del linguaggio di sviluppo avverrà attraverso l’applicazione pratica di strutture algoritmiche per la grafica generativa, in modo particolare nella simulazione di ambienti naturali interattivi, data-driven e stocastici. Sarannoforniti gli strumenti e le competenze per la realizzazione di grafica generativa e verrannopresentate le tecniche di interazione con il mondo fisico l’acquisizione di dati remoti intempo reale, arrivando alla realizzazione collaborativa
di un’installazione interattiva sensoriale.

Per maggiori informazioni cliccare qui.