Vincitore Open Call 2014

L’opera vincitrice dell’Open Call 2014 è:

UTRIUSQUE COSMI

VIDEO MAPPING ON CANVAS

Sovrappensiero Design Studio _ www.sovrappensiero.com
Salvatore Delle Femmine _ www.behance.net/salvodellefemmine

illustration Sarah Richiuso
sound design
Fullgrounf project
camera
Erme Rivezzi

 

utriusque-cosmi

 

 

 

 

Sovrappensiero Design Studio nasce a Milano nel 2007 dal sodalizio creativo tra Lorenzo De Rosa ed Ernesto Iadevaia. Il loro primo innovativo progetto, “Design for blind people”, viene presentato al Salone Satellite nel 2008 e da allora il loro percorso si è snodato tra ricerca, sperimentazione e produzione industriale, alla quale con tenacia applicano la loro poetica delicata ed onirica. Riconosciuti tra i designer emergenti più interessanti del panorama italiano, collaborano con diverse aziende del design italiano come Porada, Seletti, Incipit, Corraini e Manerba con la quale hanno realizzato il progetto di ricerca Office+Retrofit selezionato per l’ADI design Index. Nel 2014 vincono il primo premio del concorso “Young & Design”, con il progetto “Cook” per l’azienda Mamoli. Al design del prodotto affiancano progettazione di interni e allestimenti, comunicazione e didattica presso il Politecnico di Milano. Dal 2012 hanno affiancato alle loro attività un percorso di sperimentazione dedicato ad opere e installazioni audiovisive in collaborazione con il visual designer Salvatore Delle Femmine

Salvatore delle Femmine, classe’88, si occupa principalmente di Visual design e Motion Graphic, ma collabora spesso come sound designer per progetti sperimentali. Inizia a coltivare il suo talento musicale, cominciando a suonare la batteria. Piano piano orienta la sua ricerca musicale verso nuove sonorità, dedicandosi alla musica elettronica e ambient, creando composizioni e scenari che esaltano i sensi e il legame delle persone con le immagini e i suoni intorno a loro.

Porta avanti le sue passioni fondando TV//OUT, un collettivo artistico che si occupa di media attivismo e di sperimentazione, finalizzato alla libera circolazione dell’arte. Grazie a questa esperienza è in grado di approfondire tematiche nuove, legate alle installazioni interattive e al video mapping. È sempre alla ricerca di nuove esperienze, e di scenari diversi per stimolare la sua conoscenza. Uno dei suoi desideri più grandi è di poter rappresentare al meglio quello che gli passa per la testa.